L’utilizzo di sistemi meccanici per il ricambio dell’aria negli alloggi contribuisce al contenimento delle dispersioni termiche dovute ai processi di ventilazione. L’apertura delle finestre, contrariamente a quanto si crede, è la modalità di aerazione più dispendiosa di energia perché le quantità dei ricambi dell’aria non possono essere “controllate” e, durante i sempre brevi periodi di apertura dei serramenti nella stagione invernale, le dispersioni di calore sono molto elevate.